Serate live Bergamo | TERRAZZA MANZOTTI
16878
single,single-post,postid-16878,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Il centenario

Il centenario

La Terrazza Manzotti compie 100 anni ma non li dimostra!

La sua storia inizia nel lontano 1907, quando Francesco Manzotti, detto Cechì, e la moglie Enrichetta Amati aprirono la piccola “Trattoria Adda”, che ben presto divenne sosta obbligata per i viandanti che con i loro carri (o i loro greggi) attraversavano il ponte.
Il locale era stato ricavato dal pianterreno della casa di proprietà della nobile famiglia Gallarati Scotti, ed era costituita da alcuni locali affacciati sulla roggia Vailata e da una piccola terrazza con bersò. Vi si gustava del buonissimo pesce fritto, pescato in giornata nelle acque dell’Adda, e si beveva dell’ottimo vino, ci si sentiva come a casa propria.

 

Nel dopoguerra, i figli Mariet e Luigi, con la moglie Rosetta, continuarono l’attività coadiuvati dai fratelli Alessandro e Rodolfo; furono aperte la gelateria artigianale, la sala da ballo e la piccola terrazza, che collegava il bar con la cucina e che venne in seguito coperta e trasformata in sala ristorante. Nel 1957 fu costruita la terrazza sulla Vailata che, negli anni 60, fu trasformata in veranda a vetrate.
L’attività di famiglia è stata poi curata dalla figlia di Rosetta e Luigi, Enrica, che ha continuato la tradizione della ristorazione (famose per i clienti affezionati le pennette all’Enrichetta) con un’attenzione particolare al mantenimento delle caratteristiche peculiari del locale.

 

Negli anni 90 il Signor Francesco, figlio della signora Enrica, prende le redini della gestione: merito del giovane imprenditore è stato senz’altro quello di ammodernare l’aspetto dei locali, con uno splendido lavoro di ristrutturazione della terrazza e della veranda, senza però comportare alcuno stravolgimento alla struttura preesistente.
In particolare, nel marzo 1998, Francesco ha deciso di inserire il servizio pizzeria con forno a legna, per venire incontro alle esigenze di una clientela sempre più vasta.

 

Nel 2007, in occasione del centenario del locale, si è provveduto ad un restyling della zona bar, mantenendo inalterati lo splendido soffitto a volta con le sue decorazioni in rilievo, il camino e l’imponente lampadario in ferro battutto – simboli da sempre della Terrazza Manzotti.
Sono mutati i tempi, i nomi, i collaboratori, le specialità gastronomiche, quattro generazioni si sono succedute, ma l’ospitalità e la passione per la buona cucina sono rimaste caratteristiche immutate del locale.

 

Il fiume Adda in cui si specchia, la meravigliosa Villa Melzi dirimpetto, che fu anche dimora del genio Leonardo Da Vinci, e il verde che la circonda, conferiscono alla Terrazza Manzotti il fascino intenso di una straordinaria commistione tra antico e moderno.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.